Vergogna!

Pubblichiamo il comunicato stampa congiunto con altre associazioni sull’incredibile delibera del Consiglio Comunale di Amelia che ha, di fatto, proibito ai cittadini di esprimersi con un referendum sul piano particolareggiato di Piazza XXI Settembre.

Abbiamo espresso fin dal principio la nostra contrarietà per il modo con cui l’amministrazione comunale ha deciso di ristrutturare piazza XXI Settembre. Così come è stato approvato il piano è inaccettabile perché deturpa con una colata di cemento (43.000 metri cubi!) una zona vicina alle mura, che sono la maggiore attrattiva della nostra città, assestando inoltre il colpo di grazia all’economia, già in sofferenza, del centro storico.

Un nuovo quartiere con potenziali 4000 metri quadri di spazi commerciali incombe sul futuro del commercio amerino. Cittadini, associazioni, insieme alla stoica categoria dei commercianti del centro storico, da anni in difficoltà per i noti problemi logistici, che l’amministrazione comunale non sa (o non vuole) risolvere, hanno chiesto più volte gesti di trasparenza e partecipazione per un progetto che segnerebbe la fine di gran parte del commercio amerino in favore di ignoti operatori.

Abbiamo proposto con spirito costruttivo delle modifiche che non sono state accolte dall’amministrazione, che invece ha voluto, in fretta e furia, approvare l’adozione del piano. Abbiamo quindi chiesto di indire un referendum, per decidere se è davvero necessario uno scempio di tali dimensioni per avere in cambio una strada di soli 270 metri, che comunque …non è certo che venga realizzata!

Era una semplice richiesta di democrazia, per far decidere i cittadini sui problemi concreti che li riguardano.

Con un’incredibile “faccia tosta” l’amministrazione comunale ha impedito, con un emendamento, che si potesse tenere il referendum.

Protestiamo contro il vergognoso emendamento di Carlo Agabiti che impedisce ai cittadini di esprimersi liberamente con un referendum sul piano particolareggiato di piazza XXI Settembre, progetto che cambierà per sempre il volto di Amelia.

Siamo indignati per l’arroganza di Franco Rinaldi, il quale ha detto in consiglio comunale che tanto il referendum avrebbe confermato la decisione della giunta, presunzione tipica di chi ha paura della gente e che vuole decidere tutto nelle quattro mura del palazzo, al di fuori di occhi indiscreti. Se questo fosse vero, perché tanta paura nel far decidere i cittadini?

Ancora una volta dobbiamo constatare la debolezza del Sindaco Giorgio Sensini, il quale, benché votato dal 65% delle persone di Amelia, e come tale garante della democrazia per i cittadini, rimane prigioniero dei professionisti della politica.

1 Comment »

One Response to “Vergogna!”

  1. laura benigni on 10 ago 2008 at 09:51 #

    Registro sospiri e comment ogni volta che io e qualche persona amica di Giove passiamo in macchina nella piazza in questione.

    I sospiri sono sospiri sia a Giove che ad Amelia.

    I commenti giovesi recitano più o meno così:

    “Se penso che cosa diventerà questa piazza fra non molto, per colpa di tutti gli amerini, sono contento di non abitare qui”

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply