contro la riduzione dei bus nel centro storico

Il circolo Legambiente di Amelia esprime la sua totale  disapprovazione per la recente decisione dell’Amministrazione comunale
di tagliare le corse dei bus pubblici verso il quartiere S.Lorenzo e quelle del pollicino nel centro storico. Soprattutto queste ultime sono
e ssenziali per limitare il traffico privato che costituisce elemento di disturbo grave alla vivibilità del centro stesso.
Ci si chiede peraltro perché sia stato dismesso l’abbinamento del biglietto gratuito del pollicino con quello dei parcheggi fuori porta. Inoltre andrebbe incentivato l’uso del pollicino per tutti i dipendenti comunali e ospedalieri per contrastare il parcheggio selvaggio che deturpa le vie e i vicoli del centro storico. Il taglio delle corse va contro la necessità di ridurre il traffico puntando sul reale rispetto e l’estensione della zona ztl, un sistema di parcheggi esterni e l’incentivazione dei trasporti pubblici.
Il traffico eccessivo rende poco gradevole la fruizione del centro storico ai turisti, costretti a respirare smog e a “spalmarsi” contro i muri dei vicoli e in alcune zone crea un forte livello di inquinamento da benzene, come dimostrano i valori elevati registrati fino a 3 anni fa, quando l’ARPA ha brillantemente risolto il problema eliminando i rilevatori dell’inquinamento presenti nel centro storico
Non possiamo infine rilevare, seppure non rientri tra le tematiche ambientali, che la decisione di tagliare l’unico nido pubblico presente in città, non può non contribuire a un peggioramento complessivo della qualità della vita cittadina per il carattere di servizio essenziale che esso rappresenta grazie anche alle tariffe in base al reddito, che aiutano le famiglie con più figli piccoli e redditi bassi. La sua chiusura diminuirà i posti disponibili per i bambini sul territorio creando difficoltà per le famiglie nel conciliare la gestione dei figli con il lavoro

No Comments »

Trackback URI | Comments RSS

Leave a Reply