Archive for the 'riciclaggio' Category

Puliamo il Mondo con la scuola media di Lugnano

Caccia grossa a Lugnano con i ragazzi della scuola media! In poco più di 2 ore abbiamo trovato 20 gomme di cui 3 da trattore, i resti di un televisore, di un frullatore, 2 lattine di vernice e diversi sacchi di plastica e carta

No Comments »

Puliamo il mondo con la scuola elementare di Fornole

Martedì 27 i bambini della scuola elementare di Fornole hanno ripulito il parco davanti scuola, il sottopassaggio e una piazza vicina

No Comments »

Puliamo il mondo con la scuola media di Amelia

Sabato 24 Settembre i ragazzi della terza media di Amelia hanno svolto un’azione di volontariato ambientale ripulendo alcune zone di Amelia

No Comments »

La seconda vita dei rifiuti

img_18771

 

 

Domenica 27 Settembre dalle 15.00 alle 17.00 in piazza Mazzini – Amelia La Seconda Vita dei Rifiuti” laboratorio creativo per banbini di autocostruzione di giocattoli con materiali di recupero e punto informativo sulla raccolta differenziata


No Comments »

SUN DAY – festa del solstizio

LocandinaA3 blogLa BIO-festa del solstizio d’estate si terrà SABATO 21 GIUGNO dalle 16.30 alle 24.00 in piazza Mazzini, in occasione del quinto compleanno del Pianeta Verde, , uno spazio dedicato a soluzioni e proposte per ridurre il nostro impatto ambientale.
Durante la festa ci saranno esibizioni musicali, mercatino agricolo km 0 e artigianato locale ; presentazioni di cosmetici biologici del commercio equo, letture ecologiche per bambini, gran mercato del libero scambio “ti rifiuto con affetto”, degustazioni di vini biologici, aperitivo e buffet BIO-vegetariano. la manifestazione fa parte del progetto: “GAS Bio,  gruppi solidali e biologici per voler bene al pianeta” e sarà quindi  l’occasione per conoscere i gruppi di acquisto di prodotti biologici e le tante occasioni che il Pianeta Verde ti offre per ridurre la tua impronta ecologica. Un mondo diverso è possibile e comincia da te!

No Comments »

pizza in bottiglia

una buona idea del comune di Narni per stimolare il riciclaggio della plastica

 

No Comments »

Caro Rifiuto, quanto mi costi…

Sabato 29 Giugno alle 17.30  presso la sala Conti Palladini il Circolo Legambiente Amerino organizza un’assemblea pubblica a cui parteciperanno molti assessori all’ambiente del comprensorio amerino, insieme agli assessori di Narni e Amelia. Con la nuova tassa sui rifiuti che si preannuncia ‘salata’ e di fronte alle percentuali di una raccolta differenziata che stenta a decollare, è necessario utilizzare tutte le possibili strategie per ottimizzare  la raccolta differenziata.

L’assemblea verrà dedicata alle ‘buone pratiche’ che alcuni comuni hanno messo in atto per aumentare la raccolta differenziata e ridurre i costi, economici e ambientali, legati allo smaltimento dei rifiuti. L’attenzione verrà posti su alcuni esempi virtuosi anche di carattere locale. Come quello di Narni, dove grazie ad uno speciale contenitore, le bottiglie di plastica vengono trasformate in punti da ‘spendere’ nei negozi convenzionati. Il progetto verrà illustrato attraverso il video ‘pizza in bottiglia’, realizzato da Legambiente Amelia. Speriamo che la condivisione delle buone pratiche stimoli processi emulativi e di collaborazione

 

No Comments »

18 Settembre: Ti rifiuto con affetto!

Domenica 18 Settembre  dalle 9.30 alle 13.30 in piazza Mazzini (davanti al Pianeta Verde)
libero scambio di oggetti, vestiti, libri, giochi, pentole, stoviglie, piccoli elettrodomestici, e qualsiasi altra cosa che non ci serve ma potrebbe interessare qualcun altro…
La quantità di oggetti che una società produce, consuma e getta è
esorbitante e nella maggior parte dei casi al momento del rifiuto
l’oggetto è ancora funzionante, o perlomeno funzionale.
Perché non raccogliere questi oggetti e metterli a disposizione della comunità?
Ciò che per qualcuno è diventato inutile o ingombrante per qualcun altro può essere ancora utile e necessario. Agendo così possiamo ridurre l’inquinamento e la spesa per la gestione dei rifiuti, aiutandoci a contenere le spese in un momento di grave crisi economica.
Ogniuno può portare gli oggetti che desidera regalare e prendere
qualsiasi cosa, l’unico impegno è di riportare a casa ciò che non siamo
riusciti a regalare

No Comments »

17 settembre: Caccia al rifiuto!

Siamo lieti di invitarti alla “Caccia al rifiuto”!

Il 17 Settembre si apre la caccia al rifiuto. I nostri boschi sono pieni di elettrodomestici, televisioni, batterie, mobili, materassi  abbandonati che lentamente rilasciano le loro sostanze tossiche.

E’ ora di dire basta!

Segnalaci dove ci sono accumuli di rifiuti ingombranti e vieni a “cacciare i rifiuti” con noi, provvederemo a scovarli, caricarli su un camion  ed assicurarli al giusto ciclo di riciclaggio.

Ci vediamo tutti sabato 17 settembre, alle ore 14.30, in piazza XXI Settembre, per andare a caccia di rifiuti per ripulire i nostri boschi.

Alla fine della battuta di caccia festeggiamo insieme (ore 18.00) al gazebo di Legambiente in piazza XXI Settembre i trofei di caccia.

Chiediamo a tutti i “cercatori” di segnalarci, telefonando al 3351742298 o via mail legambiente.amelia@tiscali.it, dove ci sono rifiuti ingombranti abbandonati.

Alla fine della manifestazione saranno premiati simbolicamente i migliori “cercatori” ed i migliori “cacciatori”.

Caccia al rifiuto è un evento di Puliamo il mondo, giornata internazionale di volontariato ambientale promossa da Legambiente per sensibilizzare sul problema dei rifiuti, della loro riduzione e della necessità di una corretta raccolta differenziata.

No Comments »

no agli inceneritori!

Legambiente ribadisce la propria opposizione all’incenerimento dei rifiuti:
la priorità è nella loro riduzione, nella raccolta differenziata e nel riciclaggio
Dopo il voto in Consiglio regionale di ieri con il quale si è dato il via libera alla progettazione dell’inceneritore per la chiusura del ciclo dei rifiuti in Umbria, Legambiente interviene ribadendo la propria convinzione che nella nostra regione non c’è bisogno di vecchi e nuovi inceneritori, nè dell’ampliamento indiscriminato di discariche.

“A parole tutti sostengono la priorità della riduzione dei rifiuti, della raccolta differenziata e del riciclaggio secondo quella che viene definita la gerarchia europea delle 4 R - dichiara Alessandra Paciotto presidente di Legambiente Umbria – ma il voto di ieri dimostra sostanzialmente il contrario. Legambiente ha sempre sostenuto fin dalle prime osservazioni al Piano Regionale dei Rifiuti che un processo virtuoso di governo dei rifiuti deve individuare priorità non solo tecniche ma anche economico finanziarie e cioè che – in questo caso – non si dovesse spendere un solo soldo pubblico per gli impianti di chiusura del ciclo, come le discariche e gli inceneritori, prima di aver raggiunto una quota importante di raccolta differenziata, che noi avevamo indicato nel 65% al 2012 e che è stata poi ripresa da Dottorini e Stufara che hanno proposto negli emendamenti al DAP una quota del 50%, comunque significativa “.

“Questa nostra proposta, così come quella di Dottorini e Stufara, non è un atteggiamento pilatesco o una furbizia tattica e neppure un sotterfugio - continua la Paciotto - ma serviva e servirebbe a garantire che la riduzione e la raccolta differenziata non subissero come sempre è accaduto, la concorrenza sleale di inceneritori e discariche “.

“Il voto in aula sul termovalorizzatore ci preoccupa anche perchè nega quella riapertura del dibattito tra decisori politici e tecnici e cittadini, da noi sempre sollecitata, che andrebbe incontro alle aspettative dei tanti che vedono con apprensione la costruzione dell’inceneritore, così come l’ampliamento preventivo delle discariche. A proposito dell’emergenza rifiuti in Campania - conclude la rappresentante di Legambiente Umbria - evocata da molti di quelli che hanno votato il provvedimento, osserviamo che affrontare il problema della gestione del ciclo dei rifiuti dalla coda – e cioè cominciando da inceneritori e discariche – invece che dalla testa – e cioè dalla riduzione, dalla raccolta differenziarìta e dal riciclaggio – è esattamente quello che è accaduto in Campania e che è all’origine di quel disastro ecologico, economico e sociale che è sotto gli occhi di tutti “.

No Comments »

Next »