E’ nato il comitato referendario “vota SI contro le trivelle” dell’Amerino

volantinoE’ nato ad Amelia il Comitato “vota SI contro le trivelle” del comprensorio amerino. Il suo compito sarà  sensibilizzare i cittadini sui problemi ambientali prodotti dalle estrazioni di idrocarburi nei nostri mari. Vogliamo far capire l’importanza di partecipare al referendum del 17 aprile contro le trivellazioni in mare per votare SI ed abrogare la norma (introdotta con l’ultima legge di Stabilità) che permette alle attuali concessioni di estrazione e di ricerca di petrolio e gas entro le 12 miglia dalla costa di non avere più scadenze. La Legge di Stabilità 2016, infatti, pur vietando il rilascio di nuove autorizzazioni entro le 12 miglia dalla costa, rende “sine die” le licenze già rilasciate in quel perimetro di mare.
Nonostante che, grazie alla lotte del movimento NO TRIV, le società petrolifere non possano più richiedere per il futuro nuove concessioni per estrarre in mare entro le 12 miglia, le ricerche e le attività petrolifere già in corso non avrebbero più scadenza certa. Solo abrogando questa norma possiamo iniziare a tutelare le acque territoriali italiane.
Le trivelle sono il simbolo tecnologico del PETROLIO: la vecchia energia fossile principale causa dei cambiamenti climatici dovuti all’effetto serra, dell’ inquinamento in ambito urbano che produce gravissime patologie, della dipendenza economica nei confronti dei paesi produttori, di guerre scatenate per il controllo delle riserve.
Dobbiamo difendere gli interessi delle grandi lobby petrolifere a discapito dei cittadini, che vorrebbero meno inquinamento, e delle migliaia di imprese che stanno investendo sulla sostenibilità ambientale e sociale?
Noi vogliamo che il nostro Paese  prenda con decisione la strada che ci porterà fuori dalle vecchie fonti fossili, innovi il nostro sistema produttivo, combatta con coerenza l’inquinamento e i cambiamenti climatici.
Fermare le trivellazioni in mare è in linea con l’impegno, preso dall’Italia assieme ad altri 194 Paesi a Parigi alla Conferenza ONU sui cambiamenti climatici, di contenere il riscaldamento globale entro 1,5 gradi centigradi e contribuirà al raggiungimento di quell’obiettivo.
Far esprimere gli italiani sulle scelte energetiche strategiche che deve compiere il nostro Paese, in ogni settore economico e sociale, è la vera posta in gioco di questo referendum. Il comitato  si pone l’obiettivo di informare I cittadini  sul referendum, spiegando che il vero quesito è: “vuoi che l’Italia investa sull’efficienza energetica, sul raggiungimento del 100% di energia da fonti rinnovabili, sulla ricerca e l’innovazione?”.
Le più grandi risorse del nostro paese: il turismo, che contribuisce  al 10% del PIL e dà lavoro a 3 milioni di persone, la pesca, che produce il 2,5% del PIL e dà lavoro a 350.000 persone; il patrimonio culturale che vale 5,4% del PIL e che dà lavoro a 1 milione e 400.000 persone; il comparto agroalimentare, che vale l’8,7% del PIL, e dà lavoro a 3 milioni e 300.000 persone, vengono messe in pericolo dallo sfruttamento dei pochi giacimenti presenti nelle nostre acque territoriali.
Il gioco non vale la candela: tutto il petrolio presente sotto il mare italiano sarebbe appena sufficiente a coprire il fabbisogno nazionale di greggio per 7 settimane e le società petrolifere contribuiscono al bilancio dello stato con royalty di poco superiori ai 200 milioni di euro l’anno in quanto non versano niente alle casse dello Stato per le prime 50.000 tonnellate di petrolio e per i primi 80 milioni di metri cubi di gas estratti ogni anno e godono di un sistema di agevolazioni e incentivi fiscali tra i più favorevoli al mondo.
L’impatto pesaggistico e l’inquinamento prodotto dall’attività di estrazione del petrolio mettono a dura prova la salute e la bellezza delle nostre spiagge,  inquinano il pesce e riducono la pesca, tolgono risorse al turismo e appannano l’immagine dei nostri prodotti enogastronomici   apprezzati in tutto il mondo.
Per estrarre le ultime gocce di petrolio  produciamo un enorme impatto ambientale cercando di ritardare l’ineludibile: è necessario uscire dall’economia del petrolio prima che l’effeto serra cambi irriversibilmente il clima globale

No Comments »

le foto del flash mob per i 10 anni dal crollo delle mura

No Comments »

dieci anni dal crollo delle mura: nessun colpevole, nessuna soluzione!

  Domenica 24 Gennaio alle 11.30 i volontari di Legambiente Amelia e di Italia  Nostra hanno effettuato un flash mob davanti alle mura per ricordare i 10 anni dal loro crollo.
I militanti delle due associazioni hanno “indossato” dei cartelli in cui ciascuno ha scritto le domande che si è posto dalla caduta delle mura: “perché sono crollate le mura?” domanda a cui la magistratura non ha dato una risposta pur rilevando “condotte omissive dell’impresa”, “quando verranno ricostruite?” – visto che non risultano finanziamenti per una loro ricostruzione, “quanto ci è costato il tendone?” così gli amerini chiamano confidenzialmente la mastodontica copertura della zona del crollo che in tanti anno non ha “svelato” la sua funzione e che finalmente -pare- verrà smantellata. Divertente il cartello scritto da una mamma e portato dal suo bambino: “io non le ho viste in piedi, le vedrò?” Le mura crollate di Amelia sono una ferita, non solo nell’immagine della città, ma nel sentimento della gente. Tutti vorrebbero rivederle in piedi. Abbiamo portato in piazza le domande, dubbi, le perplessità con cui gli amerini seguono da 10 anni questa vicenda. Siamo scesi in piazza per dire che 10 anni sono troppi e che è arrivato il momento di trovare una soluzione definitiva al problema

No Comments »

le foto della discarica

No Comments »

I volontari di Legambiente scoprono una discarica abusiva

I volontari legambiente che stavano effettuando la giornata di “caccia al rifiuto”, per ripulire i boschi dai tanti rifiuti gettati da sconsiderati, si sono trovati di fronte ad uno spettacolo sconvolgente. Dopo essersi calati lin una scarpata al ciglio della via Orvietana, a pochi Km da Amelia, hanno trovato quintali di rifiuti di ogni genere, tra cui grosse quantità di rifiuti speciali, una vera e propria discarica abusiva.

Tra gli altri, sono stati recuperati, grazie alla collaborazione del comune che ha fornito il camion per il trasporto, 48 estintori, 53 tra gomme e battistrada, 1 frigorifero e alcuni sanitari, insieme a grosse quantità di plastica, vetro e materiali vari. Riempito il camion sono rimasti ancora quintali di rifiuti stratificati e seminterrati.

La quantità di gomme, in parte semilavorata, e di estintori fanno pensare a ditte di smaltimento che si siano “disfatte” clandestinamente dei rifiuti. Sono state trovate anche tracce di materiale sanitario. La discarica è stata oggetto di una segnalazione alla guardia forestale ed al comune, a cui seguirà una regolare denuncia perché vengano perseguiti gli smaltitori illegali e “bonificata” la zona.

No Comments »

Caccia al rifiuto!

 caccia al rifiuto1
Sabato 10 Ottobre
ore 9.00  piazza XXI Settembre (dal lato dei giardinetti)

Vi invitiamo a partecipare alla “caccia al rifiuto!!” la nostra tradizionale azione di pulitura dei boschi. Quest’anno andremo a ripulire una zona di bosco che ci è stata segnalata dove c’è una vera e propria discarica di rifiuti, non solo urbani. Siete tutti invitati, diffondete la notizia in modo che riusciamo a fare un bel gruppo, per raccogliere tutto entro la mattina. Avremo a disposizione un camion del comune con l’autista per trasportare i rifiuti. L’azione si concluderà entro le 12.30 max 13.00 anche perché bisogna concludere prima della chiusura dell’oasi ecologica

partecipate all’evento su facebook cliccando sul link qui sotto, pubblicate l’evento sulla vostra pagina e sui gruppi che seguite
https://www.facebook.com/events/434918546718796/

in alto potete vedere un’immagine di parte del sito che andremo a bonificare

No Comments »

la seconda vita dei rifiuti

No Comments »

Puliamo il mondo con la scuola elementare di Fornole

No Comments »

Puliamo il mondo con la scuola media di Amelia

No Comments »

Puliamo il Mondo

IMG_20150926_125943Il Circolo Legambiente dell’Amerino  con la collaborazione del Comune di Amelia e delle scuole elementari e medie di Amelia partecipano a “Puliamo il Mondo”, l’edizione italiana di Clean Up the World, il più grande appuntamento di volontariato ambientale del mondo. Una campagna di pulizia che nasce dalla necessità e la voglia di riappropriarsi del proprio territorio prendendosene cura, che segna il bisogno della gente di mettersi in relazione per tutelare gli spazi pubblici, prendendo coscienza che oltre a ripulire, si dovrebbe imparare a non sporcare.
Le giornate di volontariato ambientale saranno dedicate alla raccolta differenziata: l’ATI4 quest’anno, finalmente, ha deciso di modificare le modalità della raccolta differenziata, estendendo il porta a porta a tutte le abitazioni e migliorando le modalità di raccolta. Poiché questo rappresenta un cambiamento nelle abitudini dei concittadini, vogliamo contribuire a informare e sensibilizzare sulle corrette modalità della raccolta differenziata
Le giornate che coinvolgeranno le scuole elementari e medie e il comune  di Amelia si svolgeranno con il seguente programma:

SABATO 26 Settembre ore 10.30-13.00 incontro con due classi della scuola media di Amelia sul problema dei rifiuti e la raccolta differenziata. L’incontro sarà l’inizio di un percorso didattico sulla raccolta differenziata che coinvolgerà tutta la scuola.  Alla fine dell’incontro i ragazzi puliranno la zona della passeggiata, del vecchio campo da calcio e le zone intorno alle mura.

Domenica 27 all’interno della manifestazione “Sapori di Amelia” a piazza Mazzini (davanti al Pianeta Verde) dalle 15.00 alle 17.00 daremo vita a “la seconda vita dei rifiuti” laboratorio per bambini di autocostruzione di giochi utilizzando materiali di recupero e punto informativo sulla raccolta differenziata

SABATO 3 Ottobre ore 8.30-12,30 con i ragazzi della scuola elementare di Fornole, una giornata di riappropriazione del territorio con raccolta straordinaria dei rifiuti negli spazi della scuola nel parco e nella strada antistanti e manutenzione delle strutture con  pittura del cancello e recinzioni

SABATO 10 Ottobre ore 9.00 – 12.30
Caccia al rifiuto! La nostra tradizionale iniziativa di ripulitura dei boschi. Appuntamento alle 9.00 in piazza XXI Settembre (lato giardinetti) per  bonificare di una discarica abusiva segnalataci in un bosco in collaborazione con il comune di Amelia che fornirà il camion per trasportare i rifiuti, portare scarpe comode, guanti e pantaloni resistenti

No Comments »

« Prev - Next »